Segni zodiacali: Leone

Giuliana Ghiandelli Consulting - Centro Studi Olistico

Segni zodiacali: Leone

Parliamo del Segno Zodiacale del mese: il Leone! 

Spiegato sotto il punto di vista della filosofia cabalistica, molto diversa da quella che si analizza abitualmente.Il mese ebraico del segno del Leone è il mese di AV, Luglio/Agosto.

Il segno del Leone è il “paterno” per eccellenza. Nella cultura ebraica il padre nel trasmettere al figlio l’educazione morale e spirituale, deve attenersi a dei tempi essi sono: i mesi di gravidanza, anni d’allattamento e delle cure materne. Il motivo di questi tempi è che la madre nel periodo della gravidanza ha cresciuto e protetto il feto, ora anche il padre ha la sua funzione che è quella di contribuire alla crescita educativa del figlio.

Fondamentale per il Leone è controllare sistematicamente l’uso dell’energia, in quanto ne dispone in notevole quantità.

Chi appartiene al segno del Leone sa espandere la sua personalità e se non trovasse riscontri potrebbe venire fraintesa, tanto che altri potrebbero usarla per scopi meschini, a questo punto il risultato sarebbe solo quello di frustrazione e pena.

Questa fonte d’energia illimitata nella dinamica della storia ebraica raggiunge il suo apice drammatico nell’evento della distruzione del Tempio di Gerusalemme che avvenne nel 70 d.C. il nono giorno del mese di AV, sotto il segno del Leone, e coinvolse circa 40.000 Ebrei. In Isaia 56.7 si legge: “li condurrò sul mio monte santo e li colmerò di gioia nella mia casa di preghiera. I loro olocausti e i loro sacrifici saliranno graditi sul mio altare, perché il mio tempio si chiamerà casa di preghiera per tutti i popoli”. La Cabala sostiene che queste tragedie sono il risultato di un’esagerata compenetrazione d’energia divina all’interno di strutture materiali che non erano ancora preparate. Si pensi che sotto il segno del Leone si verificò l’esplosione delle due bombe atomiche in Giappone, quindi ha visto il più drammatico uso del fuoco che non sia mai stato fatto dall’umanità.

Esiste un’affermazione: qualsiasi processo negativo bisogna trasformarlo in positivo! Nulla viene a caso! La Cabala stessa sostiene che ogni evento, anche il più tragico, prima o poi è destinato a portare dei frutti positivi.

La tendenza al male è responsabile delle passioni, specie quelle sensuali che spesso allontanano l’uomo dalla giusta via. A questo punto i Rabbini decisero che era venuto il momento di porre un freno all’operare del male e quindi si riunirono in preghiera. La loro preghiera fu ascoltata e molto efficace tanto che il male discese dal cielo sotto forma di un grosso Leone, allora velocemente lo catturarono e lo rinchiusero in un pentolone di metallo, dopo di che si misero a discutere sul da farsi. Alcuni lo volevano uccidere, altri dimostrarono più prudenza perché l’animale emetteva tali grida da terrorizzare tutti. Si racconta che mentre i rabbini consideravano il da farsi, dovevano dare un uovo ad una persona malata e non lo si trovò in tutto il paese, anche il desiderio sessuale sia negli animali sia nelle persone era cessato completamente. Allora capirono che uccidere il Leone avrebbe portato all’estinzione stessa della continuità della vita e decisero di rimetterlo in libertà. È una leggenda veramente indicativa, evidenzia l’energia tipica assegnata a questo segno zodiacale è un’energia trasformazionale e d’importanza insostituibile, nonostante i pericoli che la sua presenza comporta.

I tre livelli del segno del Leone sono: Gur: Leoncino; Arieh: Leone; Lavi: Leone particolarmente forte.

La Tribù è Giuda.

Questa è una sintesi se volete approfondire vi riporto al mio libro “Segni zodiacali cabalistici e strutture della personalità” Casa Editrice Om edizioni per ordini www.omedizioni.it