Nutrizione energetica

Giuliana Ghiandelli Consulting - Centro Studi Olistico

Nutrizione energetica

In molte discipline non convenzionali che si rapportano al coinvolgimento emozionale quale la Psicosomatica, Psicodinamica, PNL e tante altre si parla del primo impatto emozionale che l’essere umano vive: il nutrimento-allattamento quindi il contatto diretto con la madre.

La medicina ufficiale afferma che è importantissimo l’allattamento al seno materno poiché garantisce un grosso vantaggio per il sistema immunitario, infatti, il colostro materno preserva da patologie infantili e si nota la differenza, statisticamente dimostrata, di chi è stato “allattato al seno materno” e chi “non è stato allattato al senso materno”. Infatti, aldilà del rapporto diretto con il seno anche il sistema immunitario è, anche, fortemente sollecitato dallo stress. 

La nascita è chiaro che avviene in maniera traumatica. Il bimbo viene catapultato fuori dal grembo materno dopo un’ultima, forte spinta. In realtà lo stress della nascita viene superato dall’amore che poi viene espresso attraverso l’allattamento. 

Il nutrimento è quindi un atto di amore, infatti, è importante come gratificazione e resta tale fin quando non diventa negativo e nocivo quando non è equilibrato, infatti, se non c’è amore per noi stessi diventa un atto di dolore. Qui sarebbe utile capire questa sottile differenza!

Nella cultura Indovedica si afferma che il commensale si ciba dello stato d’animo di chi lo prepara: se sarà preparato con amore e serenità donerà amore ai commensali, mentre se sarà preparato malvolentieri e con sentimenti di rabbia, risentimento o stato d’animo negativo anche il commensale si nutrirà di queste energie.

La donna in allattamento, ancora di più, si deve gratificare con il cibo in maniera sana ed equilibrata per poter trasmettere nutrimento sano al suo bambino. Se, invece, si alimenterà in modo malsano non trasmetterà nella fase di allattamento un nutrimento sano al bambino.

Alla luce di ciò, anche nell’età autonoma si cercheranno quegli alimenti gratificanti, in quanto legati ad avvenimenti piacevoli; infatti, inconsciamente si cerca di portare a se stesso equilibrio, è proprio il nutrimento–cibo che sceglie che bilancia il bisogno affettivo.

Ci sarebbe tanto altro da dire, se volete approfondire sono a vostra disposizione.

Buona giornata a tutti!